Guida base per sopravvivere ai coinquilini

12631540_10208055750939158_710720139892192152_n

Sei coinquilini paganti, quatto o cinque jolly (per chi non l’avesse mai conosciuto il coinquilino jolly non paga l’affitto in contanti ma in birre, vino e condividendo i pacchi mandati da nonna), un numero imprecisato di ospiti e decine di richiami dalla vicina a causa del pandemonio che si stava scatenando in casa (il volume del televisore a sette in effetti è una comune causa di disturbo) hanno caratterizzato e tuttora caratterizzano la mia vita da fuorisede.

tumblr_nw7lu0isuj1rqneswo1_1280tumblr_ojh2axncsa1vrsijho1_1280

Potrà pure sembrare difficile trovare casa, fare le valigie, ammassarsi su treni perennemente sovraffollati ma trovare i coinquilini è decisamente l’elemento più semplice; i coinquilini non si scelgono, arrivano tra capo e collo.

È come una partita a carte, una volta va bene e la volta dopo no ma non si avrà mai la certezza di nulla e quindi ci si adatta e si subisce.

Per trovare un coinquilino ci sono due metodi distinti: a Milano i coinquilini si scelgono dopo un’accurata selezione basata su colloquio, lettera motivazionale, referenze, conto bancario e un’altra decina di voci più o meno determinanti.

In quasi tutte le altre città, invece, il primo che paga per bloccare la stanza vince e poco importa se è antipatico o se ci sono alte probabilità di diventare membri onorari del Coinquilino di merda portando a casa il nuovo arrivato, ci si convive, almeno per un po’, e se proprio diventa ingestibile, si decide chi far sloggiare, lui o voi.

coinquilino-di-merda-libro

Mentre si cerca di capire con chi si vive, approcciandosi timidamente con un “Tu cosa studi?”, “Come facciamo per la spesa?” e quant’altro si deve già essere a conoscenza che con quelle persone ci si vivrà dei mesi, quindi meglio essere preparati ad adattarsi e a non avere più cibo in frigo, a condividere lo spazzolino perché tanto qualcuno scambierà sicuramente il vostro con il suo, a non avere più bagnoschiuma in bagno e a non capire più cosa è di uno e cosa dell’altro.

Non importa quanti fratelli si hanno o quanto si è temprati a sopportare qualsiasi cosa, ci sarà sempre qualcosa che vi farà arrabbiare e che ovviamente un coinquilino fa quotidianamente:

  • Fumare in camera per due settimane senza aprire porte o finestre;
  • Usare 10 000 padelle per cucinare il pranzo e poi decidere che possono rimanere nel lavello per tre giorni;
  • Lasciare in lavatrice a macerare per settimane le casacche sudate del calcetto;
  • Pettinarsi i capelli in doccia in modo che si crei una famigliola felice nello scarico che impedisca all’acqua di passare.

Ci si dovrà adattare come gli altri si adattano alle nostre stranezze, e, alla fine, si avranno sempre e comunque aneddoti da raccontare in ogni situazione tanto che alcuni potrebbero diventare articoli su internet.

In quattro anni da fuorisede posso annoverare appartamenti misti, una coinquilina di Singapore, una cugina, pranzi domenicali da 25 persone, otto portate e nessuna lavastoviglie, coinquilini jolly presenti a qualsiasi ora del giorno e della notte…

Le persone con cui si vive possono farci sentire come possono far sparire la mancanza di casa, a volte si tratta di fortuna, altre di imparare a conoscersi, mentre in altre è solo questione di divergenze di opinione, se proprio si decide di metterla così.

I coinquilini, qualunque sia il ricordo che si ha di loro, non se ne andranno mai, a volte nel vero senso della parola, anzi con alcuni ci si ritrova pure per l’ultimo dell’anno, ma forse questa storia la svelerò un altro giorno.

img_2321

(foto Tumblr e Google)
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...